immagine avatar

Ciao come puoi notare ho dato una bella rinfrescatina al mio blog!
Attendo un tuo feedback, per suggerimenti e ulteriori proposte di miglioramento, ma anche, sperando che non ci siano, segnalazioni di errori o malfunzionamenti del blog. Buona lettura!

Applicazioni Web Offline con HTML5

di MaiNick | 20 giu 2011 | HMTL5, javascript | Commenta per primo

Web Application Offline

HTML5 fornisce una nuova funzionalità di caching per supportare le applicazioni web in modalità offline.

E’ necessario specificare un determinato file chiamato “cache manifest” nella pagina web a cui vogliamo applicare il sistema di caching.
L’URL del file cache manifest va specificato nel tag html del documento in cui vogliamo attivare la funzione di caching HTML5.

<!DOCTYPE HTML>
<html manifest="myapp.cache">
...

E’ importante che, per essere correttamente analizzato dal browser, il file di cache manifest deve avere come intestazione in header il tipo MIME text/cache-manifest; dunque è necessario aggiungere al web server l’associazione all’estensione del tipo di file o specificarlo manualmente, ad esempio utilizzando la direttiva header di PHP.

L’aspetto di un tipico file di cache manifest è il seguente:

CACHE MANIFEST
index.html
css/style.css
js/jquery.js
images/logo.png

NETWORK:
search.php

specifica diversi file di cache, e poi specifica che il file search.php non deve mai essere memorizzato nella cache, in modo da consentire che ad ogni tentativo di accesso al file è consentito di bypassare il file di cache.

Il procedimento di caching funziona nel momento in cui un utente fa richiesta o accede alla pagina corrispondente ad un documento a cui è associato un cache manifest, allora il browser deve prima controllare se su server quest’ultimo è stato modificato:

  • se non è stato modificato, viene utilizzato il contenuto della cache
  • altrimenti se presente una nuova versione del cache manifest, il contenuto presente della cache viene considerato obsoleto e ricaricato dal server.

Altra funzionalità importante del cache manifest è che può contenere anche voci di ripiego (sotto la voce FALLBACK), utilizzate dal client/browser se non è possibile recuperare il contenuto originale.

CACHE MANIFEST
index.html
css/style.css
js/jquery.js
images/logo.png

NETWORK:
search.php

FALLBACK
images/thumb.php	error.png

nell’esempio viene utilizzata un’immagine statica quando il recupero di un’immagine generata dinamicamente fallisce.

In HTML5 sono definite delle API che permettono di attivare manualmente gli aggiornamenti della cache:

  • update(): aggiorna la cache per il documento corrente in background;
  • swapCache(): passa alla cache dell’applicazione più recente, se vi è una più recente; valida anche per le successive richieste di risorse dalla cache;
  • onchecking(): cattura l’evento checking che si manifesta quando il client/browser verifica se disponibile un aggiornamento o tenta di scaricare per la prima volta il file di cache manifest (questo è sempre il primo evento della sequenza);
  • onerror(): cattura l’evento error che si manifesta per tutti gli errori che possono verificarsi del tipo: nello scaricare il cache manifest il client/browser ha ricevuto errore 404 o 410, non è stato possibile scariche le risorse elencate nel cache manifest, si è verificato un errore durante il recupero delle risorse;
  • onnoupdate(): cattura l’evento noupdate che si manifesta quando il client/browser verifica se disponibile un aggiornamento il cache manifest non è cambiato;
  • ondownloading(): cattura l’evento downloading che si manifesta quando il client/browser sta scaricando le risorse elencate nel cache manifest dopo aver verificato un aggiornamento di quel’ultimo;
  • onprogress(): cattura l’evento progress che si manifesta quando il client/browser sta scaricando le risorse elencate nel cache manifest;
  • onupdateready(): cattura l’evento updateready che si manifesta quando le risorse elencate nel cache manifest sono state appena ri-scaricate e lo script può utilizzare il metodo swapCache() per passare alla nuova cache;
  • oncached(): cattura l’evento cached che si manifesta quando le risorse elencate nel cache manifest sono state scaricate e ora si trovano nella cache;
  • onobsolete(): cattura l’evento obsolete che si manifesta quando per trovare il cache manifest il client/browser ha ricevuto l’errore 404 o 410, per cui la cache dell’applicazione viene cancellata;
Tags: , , ,

Lascia un Commento

^ Torna su